Campus Formativo del CSI di Crotone

17-11-2013

Si è concluso domenica 17 Novembre 2013 il campus formativo del Centro Sportivo Italiano centrato sul tema “ Lo sport: una palestra di vita e di fede capace di creare nuove relazioni”. Sono stati tre i corsi di formazione attivati i quali sono stati rivolti ad aspiranti arbitri, dirigenti sportivi e animatori d’oratorio. Gli incontri si sono tenuti nell’incantevole scenario del centro di spiritualità Antonio Rosmini di Capo Rizzuto con vista sul Centro Polisportivo Alere Flammam. Di grande importanza la presenza del direttore regionale della formazione del Centro Sportivo Italiano Frate Franco Lio, del Presidente del CSI di Cosenza Giorgio Porro e del Giudice Regionale della sezione arbitrale Giovanni Ciacco i quali hanno coordinato e seguito con grande cura il gruppo composto da 70 giovani di esperienze parrocchiali e associative diverse ma accomunati dal grande interesse nel voler conoscere e acquisire nuove tematiche formative dello sport. I lavori sono stati conclusi dall’Arcivescovo dell’Arcidiocesi di Crotone Santa Severina Monsignor Domenico Graziani il quale, dopo aver ringraziato i presenti e il presidente del CSI di Crotone nonché direttore dell’ufficio sport dell’Arcidiocesi Antonio Calabretta per l’ottimo lavoro svolto, ha voluto ricordare quanto disse Papa Giovanni Paolo II “educhiamo i giovani con i giovani”. Sua Eccellenza, durante il suo intervento, ha rimarcato l’importanza dello sport all’interno della Chiesa partendo dalla sua esperienza personale di vita sportiva e culturale. Noi tutti siamo molto consapevoli che le sfide educative del tempo presente richiedono, oltre alla passione necessaria, anche competenze, tanta pazienza e molta fiducia nel Signore Dio. Siamo chiamati ad andare oltre le tante analisi sociologiche. Le gravi, numerose ed inedite problematiche che scuotono le nuove generazioni, ci chiedono, infatti, di individuare terapie adatte a crescere insieme per la vita buona. Nella “mission” del CSI l’attività sportiva e la formazione sono una indispensabile alleanza. I corsi hanno dato la possibilità non solo di formare e avviare la crescita di nuovi arbitri CSI e dirigenti sportivi CSI, nonché educatori, ma hanno dato l'occasione, a chi ancora lontano dalla conoscenza del centro sportivo italiano, di comprendere la vera mission dell'ente di promozione sportiva quale è il CSI. Il CSI si pone l'obiettivo di educare attraverso lo sport, percorso arduo e ambizioso, che necessita della formazione di efficienti educatori sportivi in continuo aggiornamento. Chi opera in ambiente sportivo è in continua relazione con giovani atleti, il che obbliga non solo all' organizzazione, all'allenamento e all'arbitraggio delle loro giornate sportive, ma anche e soprattutto alla loro crescita individuale, educativa e relazionale. Il campus formativo si è rivelato anche uno speciale momento di socializzazione tra i vari partecipanti all'iniziativa, un momento di condivisione non solo di conoscenze inerenti agli argomenti trattati nei vari incontri, ma un puro momento di unione tra persone con differenti personalità ma accomunate dalla medesima concezione dell'uomo e dello sport.